Home Page Home PageBiografie ArtistiAggiudicazioniAnnunciContatti
Cerca
Ricerca Avanzata
Tutte le opere
Biografie Artisti
Aggiudicazioni
Come Comprare
Come Vendere
Chi Siamo
Faq
Privacy
Guida al Sito

Autore: Stefano Gori
Soddisfatto del servizio offerto. Grazie
08/07/2008
Biografia di Mambor Renato
Mambor Renato

 Roma, 1936.

 

“Esiste un filtro pittorico per osservare la Realtà e l'Arte, in realtà, accade nello sguardo di chi osserva, mentre la pittura è soltanto una guida, un suggerimento di come osservare. L'Arte avviene in noi. La parte concettuale del mio lavoro, quindi è nel considerare la pittura come un suggerimento allo sguardo, come una guida al vedere.”

Questa la poetica che sta  alla base del percorso artistico di  Renato Mambor, pittore, scultore, scenografo, attore…ma soprattutto  uno spericolato sperimentatore. L’artista infatti, formatosi nell'ambiente artistico romano, tra le ricerche di Lo Savio e quelle degli amici della Scuola di Piazza del Popolo, ha sempre posto al centro della sua attività l’interesse per l’arte come linguaggio.

 

Nasce come cartellonista del cinema e, allo stesso tempo, scrive sceneggiature, tra cui la Dolce Vita di Fellini; ma è attraverso la frequentazioni di Schifano, Pascali, Angeli, Festa,Ceroli e Tacchi che la sua ricerca artistica diviene personale. Comincia a dipingere a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, un periodo in cui molta arte confluiva verso l'informale. I suoi lavori invece, si allontanano totalmente da questo tipo di esperienza, figlia di una lacerazione interiore, per concentrarsi su altri linguaggi, più razionali e meno concentrati verso l’interiorità. Nascono così

le “Sagome di uomini statistici" o altre forme riempite a campiture di colore omogeneo; si serve di segnali stradali, ricalchi fotografici, timbri con omini, rulli da tappezzeria: ricalchi che costituiscono il suo modo per individuare le icone della cultura massmediale.

 

Negli anni Settanta, influenzato dall'amicizia di Paola Pitagora, il suo interesse va gradualmente a focalizzarsi sul teatro e sul corpo. Attratto dalla “meccanicità” e supposta garanzia di oggettività  del mezzo fotografico, comincia a lavorare con le “azioni fotografate”,  a metà  strada  tra body art e performance.  Privilegia ricerche d'ambiente, realizzando strutture come “L'evidenziatore”, strumento meccanico per agganciare oggetti e spostarli nel mondo dell'arte. Nel 1975 fonda e dirige la compagnia teatrale Trousse,  per perseguire “un teatro fortemente visivo ma attento alle dinamiche “psico-drammatiche”.

 

Torna alla pittura negli anni Novanta e di qui al Duemila si dedica alla riflessione sulla relazione dell'uomo con l'altro da se, con l'esistente, sulla relazione tra Arte e Realtà. Le prime opere dedicate a questi temi sono “L'Osservatore” e il “Riflettore”. Ma realizza anche installazioni spettacolari, come i sei autobus svuotati, abitati ciascuno da un artista, per la mostra “Fermata d’autobus”, Roma 1996. Tutte le opere successive, rappresentano sagome di paesaggi, esseri umani senza volto e proseguono la sua riflessione sulla percezione, l'altro e la coscienza.

 

Mambor esordisce a ventitré anni con un'esposizione alla Galleria Appia Antica; ottiene il suo primo riconoscimento nel 1960, tra i “Premi di incoraggiamento” della Galleria d'Arte Moderna, a cui seguono le mostre alla Galleria La Tartaruga di Plinio De Martiis (1963, 1964 e anni seguenti). Nel corso degli anni successivi vengono allestite in diverse città numerose esposizioni, personali e collettive, tra cui ricordiamo quelle tenute a Palazzo Strozzi, Firenze; A.A.M, Roma; Museo d’Arte Moderna, Pescara; Palazzina delle Arti, La Spezia.



RENATO MAMBOR - aggiudicazioni

Le quotazioni sotto riportate, sono state ricavate dai dati delle aggiudicazioni d'asta avvenute in italia negli ultimi due anni. Per riservatezza non possono essere riportati i nomi delle casa d'asta.

Tutti i dati devono intendersi puramente indicativi, in quanto non riscontrati direttamente con le rispettive sedi di aggiudicazioni

misure

anno

data di

 

stima

stima

Aggiudicazioni

  h

  l

esecuzione

vendita

 

minima

massima

comprensive di diritti d’asta (20%)

 

 

1967

21/11/2006

 

€ 40.000,00

€ 50.000,00

€ 81.600,00

70

100

1965

06/05/2007

 

€ 5.500,00

€ 6.500,00

€ 14.400,00

60

80

1990

22/04/2007

 

€ 2.000,00

 

€ 8.640,00

100

140

2000

19/03/2006

 

€ 4.000,00

 

€ 8.160,00

100,5

100,5

1965/70

26/05/2007

 

€ 8.500,00

€ 9.500,00

€ 10.800,00

70

100

1965

06/05/2007

 

€ 4.000,00

€ 5.000,00

€ 12.600,00

70

103

1994

22/02/2007

 

€ 4.000,00

€ 5.000,00

€ 5.400,00

140

50

1967

03/04/2006

 

€ 6.500,00

€ 8.000,00

€ 9.600,00

140

50

 

03/04/2006

 

€ 6.500,00

€ 8.000,00

€ 9.600,00

140

50

1967

03/04/2006

 

€ 3.000,00

€ 3.500,00

€ 6.240,00

140

50

1967

03/04/2006

 

€ 3.000,00

€ 3.500,00

€ 6.240,00

140

50

1967

03/04/2006

 

€ 3.000,00

€ 3.500,00

€ 6.000,00

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiudicazioni Mambor Renato Altri Artisti

Opere in vendita dell'artista

Non ci sono opere in vendita al momento

Altri Artisti

  Home Page | Compra | Vendi | Accedi | Area Personale | Registrati
  Chi Siamo
| Faq | Privacy | Come Comprare | Come Vendere

Credits: Sviluppo Web Innovidia
Copyright © 2007 | P. Iva 05722781217